ANAC

Il neo eletto Consiglio Direttivo ANAC replica a Derbywinner

8/5/2017

Alla luce del'articolo da Lei pubblicato sul sito www.derbywinner.net relativamente alle elezioni ANAC, il Consiglio neo eletto ritiene opportuno intervenire per precisare alcuni aspetti trattati.

Il settore allevamento galoppo ha lavorato in silenzio e serietà con l'importante obiettivo di rafforzare la rappresentanza dei nostri iscritti riunificando nell'ANAC tutti gli allevatori italiani di galoppo, unendo e non dividendo con programmi elettorali alternativi e conflittuali.

Troviamo davvero singolare come ha affrontato il tema delle candidature e dei programmi elettorali, infatti al contrario del trotto dove erano presenti più liste e una campagna elettorale alla ricerca di consensi per poter essere eletti, nel galoppo questo non è avvenuto.

Infatti molto semplicemente una parte minima dei consiglieri uscenti (6 su 11) hanno dato la Loro disponibilità per ricandidarsi nel nuovo Consiglio, ma senza nessuna lotta per le "poltrone" ben coscienti delle difficoltà del momento e del lavoro da fare che richiederà molto impegno e dedizione.

A questi 6 candidati si sono aggiunti il Dr. Stefano Luciani, che porta finalmente alla riunificazione  degli allevatori e la Sig.ra Giovanna Romano professionista e allevatrice molto impegnata nel settore.

Se questa tanto auspicata riunificazione è avvenuta, evidentemente da parte del Consiglio uscente e del suo Presidente è stato fatto un importante lavoro insieme al Dr. Stefano Luciani che ha consentito di arrivare a questo risultato che non era assolutamente scontato.

Le possiamo assicurare che la riunificazione delle Associazioni così come l'aumento del premio aggiunto dal 50% al 60% sono stati discussi nel primo consiglio del precedente mandato poiché facevano parte del programma e fortunatamente sono stati raggiunti.

Vogliamo pertanto precisare il fatto che sarà cura del nuovo Consiglio, una volta espletate le formalità delle cariche, che avverrà  in un clima di serenità condivisa e senza personalismi, valutare i programmi, le persone  e gli argomenti più impellenti da affrontare nell'interesse collettivo.

Relativamente a tutti gli altri temi trattati ci sentiamo solo di dire che il consiglio dell'ANAC dovrà per prima cosa occuparsi dei problemi relativi all'allevamento - colonna portante di tutto il settore - e dopo sicuramente dare il proprio contributo insieme alle altre associazioni alla risoluzione delle tante criticità presenti sul tavolo e ad un CNG che speriamo riuscirà a trovare una sua dimensione.

Relativamente al CNG infatti i componenti del Consiglio, precedente e attuale "tutti", auspicano con fiducia la nascita di un CNG capace di affrontare i problemi e di cercare di risolverli, perché se dovesse essere solo la creazione di un ulteriore organismo privo di forza e di efficacia non sarebbe utile.

Speriamo anche noi di poterci confrontare e dibattere con tutti i nostri Soci e magari trovare nuove idee da portare avanti; l'ultima assemblea sarebbe stata il luogo preposto per discutere delle tematiche, dare consigli e critiche costruttive ma evidentemente Lei ha deciso di farlo attraverso il suo sito, noi ne prendiamo atto rimanendo aperti al confronto.

 F.to ANAC Il Consiglio Direttivo eletto dall'Assemblea dei Soci ANAC del 6 Maggio 2017

Caiani Giovanni

Cava Cesare

Luciani Stefano

Parri Massimo

Romano Giovanna

Soccini Gianpiero

Turri Francesca