ANAC

Bilancio 2017: approvato in Commissione Agricoltura emendamento Russo

9/11/2016

"Approvati alcuni emendamenti in Commissione Agricoltura della Camera sulla legge di Bilancio 2017 che riguardano il mondo ippico.

Passa quello di Paolo Russo (Fi-Pdl) in cui si chiede che "a partire dal 1 gennaio 2017, in analogia ad altre tipologie di gioco, l?imposta unica sulle scommesse a quota fissa sulle corse dei cavalli è stabilita per la rete fisica nella misura del 33 percento del Mol (Margine Operativo Lordo, differenza tra le somme puntate e le vincite corrisposte) e per il gioco a distanza nella misura del 37 percento del Mol; il gettito conseguito con questa modalità di tassazione rimane destinato per il 25 percento a titolo di Imposta Unica ed il 75 percento al Mipaaf per il finanziamento dei montepremi, della gestione degli impianti delle corse e delle provvidenze per l'allevamento dei cavalli".

LA DICHIARAZIONE DI RUSSO -  "Proviamo a dare all'ippica quella prospettiva autonoma di gioco capace di essere competitiva e di sollecitare non il gioco compulsivo, ma dei competenti, di chi si appassiona alla qualità di uno sport che può iniziare a cammonare sulle sue gambe, senza assistenzialismi. Proviamo a mettere l'ippica a parità dagli altri giochi e a renderla uno sport uguale agli altri. Non un vantaggio, quindi, ma la creazione di uguali opportunità". 

Approvato anche quello di Giuseppe Romanini e Laura Venittelli (Pd): Alla Tabella n. 12, Sezione Rifinanziamenti, Definanziamenti e Riprogrammazioni delle dotazioni previste a legislazione vigente (articolo 23, c. 3, lett. b), Missione 1 Agricoltura, politiche agroalimentari e pesca, Programma 1.3 Politiche competitive, della qualità agroalimentare, della pesca, dell'ippica e mezzi tecnici di produzione, in fine, aggiungere la seguente Autorizzazione: legge 27 dicembre 2006, n. 296, articolo 1 comma 1063 2017: + 5.000.000; 2018: + 5.000.000. Conseguentemente, alla Tabella A, voce: Ministero dell economia e delle finanze, apportare le seguenti variazioni: 2017: - 5.000.000; 2018: -  5.000.000".

E anche quello di Colomba Mongiello (Pd) e altri in cui si chide "Alla Tabella n. 12, Sezione Rifinanziamenti, Definanziamenti e Riprogrammazioni delle dotazioni previste a legislazione vigente (articolo 23, c. 3, lett. b), Missione 1 Agricoltura, politiche agroalimentari e pesca, Programma 1.3 Politiche competitive, della qualità agroalimentare, della pesca, dell ippica e mezzi tecnici di produzione, in fine, aggiungere la seguente Autorizzazione: DL n. 113 del 2016, articolo 23-bis Misure Finanziarie Urgenti per gli enti territoriali e il territorio 2017: + 25.000.000; 2017: + 10.000.000; 2018: + 10.000.000. Conseguentemente, alla medesima Tabella A, voce: Ministero dell economia e delle finanze, apportare le seguenti variazioni: 2017: - 25.000.000; 2018: - 10.000.000; 2019: -   10.000.000.

Approvato anche quello sempre del Pd a prima firma Nicodemo Oliverio: "Alla Tabella n. 12, Sezione Rifinanziamenti, Definanziamenti e Riprogrammazioni delle dotazioni previste a legislazione vigente (articolo 23, c. 3, lett. b), Missione 1 Agricoltura, politiche agroalimentari e pesca, Programma 1.3 Politiche competitive, della qualità agroalimentare, della pesca, dell ippica e mezzi tecnici di produzione, aggiungere, in fine: DL n. 225 del 2010, articolo 2 2017: 5 milioni; 2018: 5 milioni; 2019: 5 milioni. Conseguentemente, alla medesima Tabella A, voce: Ministero dell economia e delle finanze, apportare le seguenti variazioni: 2017: - 5 milioni; 2018: - 5 milioni; 2019: - 5 milioni". (fonte Gaet)