ANAC

Comunicato MIPAAF - rettifica applicazione Split Payment

3/11/2016

A completamento di quanto già pubblicato dalla nostra Associazione nel mese di luglio (vedi pagina delle notizie) in merito all'applicazione dello "split payment" riportiamo testo integrale del comunicato apparso oggi sul sito Mipaaf.

"Pagamento dei premi in favore dei proprietari iscritti nell'elenco IVA di cui all'art. 44 della legge n. 342/2000 - Parere Agenzia delle entrate prot. 80310/2016

Si informa che l'Agenzia delle entrate, in risposta all'interpello formulato da questo Ministero in ordine all'applicabilità del meccanismo dello "split payment" di cui all'art. 17-ter del DPR n. 633 ai premi al traguardo in favore dei proprietari con partita IVA, ha espresso l'avviso secondo cui detti premi, in quanto assoggettati a ritenuta alla fonte, devono ritenersi ESCLUSI dall'ambito applicativo delle precitate disposizioni.

Tenuto conto di tale indicazione, la liquidazione dei suddetti premi sarà operata nelle seguenti modalità:

- premi di aprile e mesi precedenti: saranno messi in pagamento con l'applicazione del meccanismo dello "split payment" in quanto già in fase di liquidazione;

- premi maggio: i proprietari che abbiamo già ricevuto il proforma con IVA in regime di "split payment" sono invitati a non fatturare ovvero ad emettere nota di credito per le fatture già emesse. La fatturazione da maggio in poi dovrà essere quindi effettuata sulla base del nuovo modello di proforma che prevederà il versamento dell'IVA a favore del beneficiario. I proforma relativi al mese di maggio saranno trasmessi nei prossimi giorni."


Ancora una volta siamo costretti a constatare che il nostro Ministero di riferimento è troppe volte non attento ai problemi del settore. L'inapplicabilità dello "split payment" era  già stata segnalata al Ministero dalla nostra Associazione fin dal mese di luglio; l'A.N.A.C. aveva presentato al Mipaaf numerosi pareri legali e fiscali a supporto di quanto confermato oggi dall'Agenzia delle Entrate. 

Ci auguriamo che i fac simili di maggio vengano emessi in maniera corretta e che il ritorno alla fatturazione "tradizionale" non penalizzi ulteriormente i già inaccettabili tempi di liquidazione dei premi.

Vi invitiamo a prestare attenzione ai fac simili che riceverete e verificarne l'esattezza. 

L'A.N.A.C. è a disposizione per qualsiasi chiarimento.