ANAC

Liquidazione Piano Provvidenze Allevatore 2011

13/7/2016

Continua la storia infinita delle Provvidenze 2011.

L'A.N.A.C. - come sempre a fianco di tutti gli allevatori - è determinata a fare in modo che venga pagato quanto di spettanza agli aventi diritto.

Dopo innumerevoli interventi dell'Associazione, il Ministero ha finalmente riconosciuto la legittimità del pagamento delle Provvidenze 2011. Purtroppo l'ufficio legale del Ministero ha dichiarato di considerare suddette Provvidenze "aiuti di Stato" quindi sottoposti alla normativa del "de minimis" che sancisce che ogni Allevatore possa ricevere al massimo 15.000 euro.

Il Presidente A.N.A.C. ha provveduto a riconsegnare personalmente a Roma tutte le domande degli aventi diritto, unitamente ai documenti previsti dal Piano Provvidenze 2011; inoltre - a seguito di espressa richiesta del Mipaaf - abbiamo comunicato (nuovamente) al Ministero tutti i codici IBAN per una "rapida" liquidazione delle spettanze che il Funzionario addetto ai pagamenti aveva, da principio, assicurato di poter pagare entro il 30 giugno, data di scadenza del proprio mandato.

Malauguratamente il Dirigente non ha predisposto i bonifici entro il 30 giugno facendo passare così il pagamento totalmente nelle mani del Ministero. Le conseguenze di tale atto daranno seguito ad ulteriori ritardi nelle liquidazioni poiché anche le nostre Provvidenze seguiranno l'iter ministeriale adottato per i premi al traguardo (controlli UCB ed Equitalia).

A seguito di nostri pressanti contatti il Dirigente ha ipotizzato il pagamento di tutte le Provvidenze 2011 (galoppo, trotto e sella) entro il prossimo mese di settembre. Purtroppo il condizionale è d'obbligo, considerato quanto già accaduto a giugno. L'A.N.A.C. continuerà a tutelare i diritti degli Allevatori facendo pressioni continue affinché si giunga alla conclusione di questa annosa vicenda. 

Vi terremo informati su ulteriori sviluppi.